Come posso imparare a suonare la chitarra da solo?

10/07/2020 | Come fare

 

Hai voglia di iniziare a suonare la chitarra classica? Lo abbiamo detto tante, tante volte: non è mai troppo tardi! 

Magari stai pensando se è il caso di affidarti subito ad un insegnante di chitarra professionista oppure provarci da solo.

 

Come posso imparare a suonare la chitarra da solo?

 

Se ti senti di rientrare nella cerchia dei temerari che vogliono lanciarsi da 0 ma soprattutto da soli nell’imparare a suonare la chitarra classica, beh sappi che questo articolo fa al caso tuo!

Sotto trovi una checklist da seguire, punto per punto, dalla scelta della chitarra classica fino all’esecuzione dei primi brani.

 

1. Scelta della chitarra classica

 

La scelta della chitarra classica è fondamentale, non fermarti al prezzo anche se un budget di riferimento prima di un acquisto è fondamentale per evitare un ran out of money

Sei mancino? Allora dovresti leggere “I mancini possono suonare una chitarra per destri?”.

 

Acquistare la chitarra classica giusta al momento giusto significa:

  • suonare con più facilità, la mano destra che pizzica le corde e la sinistra che preme sulla tastiera ringrazieranno
  • avere un suono piacevole, forte e ricco di armoniche, ti permetterà di fare progressi senza nemmeno accorgertene
  • possedere una chitarra dal fine gusto estetico
  • non dover comprare più chitarre scadenti che sommandosi ti fanno superare il budget iniziale

 

Vuoi un consiglio? La chitarra giusta per te è la Salvador Cortez CC-08, una delle migliori chitarre classiche da studio. Sono tantissimi gli insegnanti di chitarra classica in tutta Italia che la consigliano per la facilità con cui si riesce a suonarla e per la qualità del suono. E’ una chitarra che presenta un manico molto comodo e una combinazione di legni che garantisce anche a chi inizia un suono piacevole e privo di sbavature.

 

 

2. Accordare la chitarra

 

Approfondimento: “Quante corde ha la chitarra e come si chiamano?”.

 

Bene, adesso hai la chitarra classica, il primo compito che voglio assegnarti è imparare ad accordare.

Anche qui non sei solo, a questo link trovi un articolo che ti spiega tutto anche attraverso un interessante video realizzato dal maestro Roberto Margaritella, artista Salvador Cortez.

P.s. non preoccuparti se non hai l’accordatore, potrai sempre usare una delle tante app gratuite sugli store – io, ad esempio, uso spesso un app che si chiama GuitarTuna.

 

3. Lettura delle note

 

Sai riconoscere le note sullo spartito? Se lo sai fare salta questo punto altrimenti segui la spiegazione sotto, imparerai in fretta:

  • le note sono segnate sul pentagramma che, come vedi nella foto sotto, è formato da 5 linee + 4 spazi
  • le note sono 7: DO – RE – MI – FA – SOL – LA – SI e si ripetono ciclicamente seguendo sempre questa successione
  • le note segnate sopra e sotto il pentagramma hanno dei trattini aggiuntivi che si chiamano tagli addizionali
  • guardando il pentagramma, se ti sposti verso il basso le note diventano più gravi (basse), nel caso contrario più acute (alte)

 

I nomi delle sette note e la loro distribuzione sul pentagramma

 

4. Le scale

 

Siamo pronti per iniziare a suonare la chitarra classica, adesso è il turno della tecnica di base e cioè scale + arpeggi.

Le scale sviluppano la tecnica di mano sinistra e ti permettono di:

  • esplorare la tastiera della chitarra in verticale e orizzontale
  • sviluppare un preciso coordinamento tra le due mani perché mano destra e mano sinistra lavorano assieme e in contemporanea
  • guadagnare velocità nella mano sinistra durante gli spostamenti sulla tastiera e nell’articolazione della mano destra

 

Cerchi il testo giusto per iniziare? Procurati il 1º volume della “Tecnica fondamentale della chitarra” di Ruggero Chiesa e vedrai che pagina dopo pagina arriverai a saper eseguire le scale con tre ottave – tre ripetizioni all’andata e poi al ritorno dello schema DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI.

Prima di iniziare leggi questo articolo sulle scale della chitarra con all’interno ben due video dimostrativi del maestro Gabriele Curciotti.

 

Tecnica fondamentale della chitarra di Ruggero Chiesa

Tecnica fondamentale della chitarra di Ruggero Chiesa

 

5. Gli arpeggi

 

Nella sezione precedente ti ho nominato gli arpeggi, di cosa si tratta? 

Gli arpeggi sono formule di mano destra con combinazioni diverse di diteggiature (il dito con il quale devi pizzicare una corda tra p_pollice, i_indice, m_medio e a_anulare). Inizia con i 120 arpeggi di Mauro Giuliani, la mano sinistra fa sempre lo stesso movimento spostandosi da un accordo di DO maggiore a quello di SOL maggiore mentre con le lettere trovi le indicazioni sulle dita della mano destra da utilizzare.

 

120 arpeggi per chitarra di Mauro Giuliani

120 arpeggi per chitarra di Mauro Giuliani

 

 

6. I primi brani 

 

Le tecniche di scale e arpeggi hanno bisogno di un campo di applicazione, mi spiego meglio: dovrai sperimentare ogni piccola catena di movimento in brevi e semplici brani così da trasferirvi quanto le tue mani imparano di volta in volta.

Ti consiglio una raccolta di brani molto semplici, sono le “Prime lezioni di chitarra” di Julio Sagreras. Non farti ingannare dalle prime pagine: all’inizio gli esercizi sono semplici ma dopo troverai brevi brani, di una pagina o due al massimo, dal pensiero musicale compiuto, piacevoli da eseguire ma con un certo grado di complessità!

In aggiunta puoi acquistare il volume La chitarra volante del maestro Vito Nicola Paradiso, Salvador Cortez Artist.

 

Metodo La Chitarra Volante di Vito Nicola Paradiso

Metodo La Chitarra Volante di Vito Nicola Paradiso

 

 

Non ti senti ancora pronto per iniziare a studiare da solo?

 

Hai finito di leggere la check list ma imparare a suonare la chitarra da solo non fa per te? Non preoccuparti, ti capisco. Iniziare a studiare con un insegnante di chitarra classica professionista è sicuramente più facile, ricevi feedback continui e hai un riferimento per dubbi e domande.

Se non te la senti di iniziare da solo, approfondisci questo articolo “Lezioni di chitarra: da dove iniziare?”.

 

 

📣 Hai altri dubbi o domande? 📣

Lascia un commento sotto, ti risponderò al più presto. 

 

 

0 0 vote
Article Rating
Riccardo Esabon

Riccardo Esabon

Performing Arts | Education | Communication. linkedin.com/in/riccardoesabon

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Confronta Prodotti
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Entra nel Salvador Cortez Nylon Club per ricevere aggiornamenti sui prodotti, notizie dalla community, approfondimenti e contenuti didattici esclusivi!

* campi obbligatori
Newsletter Salvador Cortez

Seleziona tutti i modi in cui vuoi rimanere in contatto con Valmusic Professional SRL:

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link presente in calce alle nostre e-mail. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati consulta la nostra informativa sulla privacy.

Grazie! La tua iscrizione è avvenuta con successo.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti al Salvador Cortez Nylon Club per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli e accedere a contenuti esclusivi.

* campi obbligatori
Newsletter Salvador Cortez

Seleziona tutti i modi in cui vuoi rimanere in contatto con Valmusic Professional SRL:

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link presente in calce alle nostre e-mail. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati consulta la nostra informativa sulla privacy.

Grazie! La tua iscrizione è avvenuta con successo.

preloader